Festival Narrazioni 2013

La regia è di Giuseppe Scutellà, che è anche autore, insieme a Walter Baroni e Luca Bauccio. I protagonisti sono: Beppino Englaro, Yousef Nada, Angela Lano, Hamza Piccardo, Vito Carlo Moccia, Alì Darwish, Rassmea Salah, Usama El Santawy e tanti altri ancora.

Il punto di partenza sono le storie raccontate da chi ha avuto la disavventura di incontrare un diffamatore, un "carnefice" che ha tolto onorabilità e credibilità diffondendo informazioni false. Il punto di arrivo è la denuncia contro la diffamazione, la creazione di scoop fasulli, la persecuzione di innocenti.

Sono storie vere, testimonianze raccontate dai diretti interessati. Come il caso del falso minareto, raccontato da Magdi Allam, ma che era in realtà solo un'antenna della Wind.

O la storia di Beppino Englaro, protagonista della incredibile gogna mediatica legata al dramma della figlia Eluana.

E ancora la vicenda di Youssef Nada, banchiere musulmano indicato dai giornali e poi da Bush tra i finanziatori di Al Qaeda: tutto falso, come si è potuto dimostrare in seguito. Oltre a storie di persone diverse, la cui onorabilità, identità e reputazione è stata offuscata da notizie false, diffuse da diffamatori e "fabbricatori di mostri".

Luca Bauccio

Ha 42 anni, avvocato, opera a Milano e si occupa di diritto penale e di diritto dell'informazione.
Ha la passione dei diritti umani e da sempre si dedica alla difesa delle minoranze.

Ha rappresentato come parte civile la moglie di Abu Omar nel processo contro i suoi sequestratori e difende leader politici che in varie parti del mondo si oppongono ai tiranni.

Combatte dalla parte dei diffamati contro lo strapotere dei media, non ama e non è amato dai diffamatori di ogni genere.

Primo non diffamare: "Dal caso Pisapia alle tante storie di quotidiana diffamazione, una denuncia impietosa contro la manipolazione della realtà, ma anche un utile vademecum per opporsi alla disinformazione e alla menzogna. Per chi ha a cuore se stesso e la verità. Diffamatori avvisati."

Angelo Cimarosti, direttore di YouReporter News

Franco Cardini

È uno storico e saggista italiano, specializzato nello studio del Medioevo.

Consegue la laurea in Lettere presso l'Università di Firenze nel 1966. Nel 1967 diventa assistente volontario di Ernesto Sestan. Assistente ordinario alla cattedra di storia medievale e modernadella facoltà di Magistero dell'Università degli Studi di Firenze, poi professore incaricato di storia medievale nella stessa università e, nel 1985, professore associato e ordinario all'Università di Bari; nel 1989 ottiene la cattedra di Storia medievale a Firenze. Attualmente è professore ordinario presso l'Istituto Italiano di Scienze Umane (Sum) e fa parte del Consiglio scientifico della Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino.

Il campo di studi principale di Cardini è quello della storia delle Crociate, affrontato con studi su scritti cristiani e arabo-islamici. Cardini ritiene che le crociate non siano state uno scontro di civiltà o guerra di religione, ma un "pellegrinaggio armato" volto a mettere la Terra Santa sotto il controllo politico di singoli potentati cristiani. Tutto questo senza che vi fosse la percezione, da una parte come dall'altra, dell'esistenza di due schieramenti nettamente distinti in funzione delle divisioni religiose: cristiani e musulmani si sono combattuti ma si sono anche alleati a seconda delle convenienze contingenti.
In gioventù è stato iscritto al Movimento Sociale Italiano, poi alla Jeune Europe, il movimento transnazionale fondato da Jean Thiriart. Sebbene sia a volte definito dai media come politicamente di "destra", Cardini respinge questa etichetta. Ha preso posizione contro le guerre in Afghanistan (iniziata nel 2001) e contro la guerra in Iraq (iniziata nel 2003), ha inoltre aderito alla manifestazione unitaria in favore della "resistenza irachena" del 13 dicembre 2003 promossa dal campo antimperialista, manifestazione che ha attirato l'interesse dei media soprattutto per via della presenza di una raccolta fondi in favore della "resistenza irachena".

Nel 2004 fu candidato sindaco alle elezioni comunali di Firenze, sostenuto dalle liste civiche Sinistra per Firenze, Iniziativa popolare per Cardini, Lega pensionati e disabili per Firenze, Sovranità popolare, Democrazia della terra. Raccoglierà il 4,56% e 10.155 voti.

Dal luglio 1994 allo stesso mese del 1996 è stato membro del consiglio d'amministrazione della RAI. È socio di numerose organizzazioni scientifiche italiane e straniere e ha ottenuto numerosi riconoscimenti per i suoi studi accademici, tra cui si ricorda l'elezione ad Accademico Ordinario della prestigiosa Accademia delle Arti del Disegno di Firenze. Dal 1997 è membro del comitato consultivo del Myfest di Cattolica. È stato direttore editoriale del mensile della Fondazione Federico II di Palermo, L'Euromediterraneo.

È stato presidente dell'associazione culturale Identità Europea. Fa parte del comitato dei garanti di Biennale Democrazia. È stato fondatore della rivista "Percorsi" e collabora frequentemente con il quotidiano Avvenire. Da gennaio 2012 è entrato a far parte del comitato scientifico della rivista Eurasia.[3] Dal maggio 2012 è membro del Collegio dei Reggenti dell'Associazione Fiorentini nel Mondo.

 

narrazioni2013

Cabeki è una macchina musicale assemblata da Andrea Faccioli, chitarrista / compositore veronese. I suoi ingranaggi si muovono fra strumenti convenzionali e non, in una sequenza di ambientazioni sonore, dal Mississippi al Marocco, dal kraut al blues, dalla musica da camera e all'elettronica minimale.

Dopo molti concerti in tutta Italia, il 16 febbraio 2013 Cabeki approda a Radio Tre Rai, ospite del programma Piazza Verdi, per un'intervista e un breve concerto.

Con tre brani tratti da "Il Montaggio Delle Attrazioni (2011)" e "Una Macchina Celibe (2012)" partecipa alla colonna sonora del documentario del regista Angelo Poli "I Core, My Climbing Family", il documentario sul climber e pluricampione di boulder Christian Core.

All'età di nove anni ha iniziato a studiare chitarra classica, e dopo sette anni ha continuato autonomamente lo studio dello strumento, avvicinandosi anche allo strumento elettrico e folk. Appassionato di macchinari ed effetti analogici e di strumenti meccanici, alla ricerca di timbriche e suoni, si circonda di strumenti come il banjo, la chitarra lap steel, cumbus (oud turco), mandriola (mandolino a 12 corde), bouzouki, e strumenti non convenzionali come l'ukelin, l'autoharp e la bell harp (strumenti americani dei primi del '900, derivati dal zither  e dal salterio).

Progetti e collaborazioni: Cabeki (Tannen Records), Stefano "Cisco" Bellotti (ex voce dei Modena City Ramblers), Å (die schachtel records), Einfalt (El Gallo Rojo Records), Veronica Marchi, Francesco Magnelli e Ginevra Di Marco (CSI, PGR), Julie's Haircut, Xabier Iriondo (Afterhours), Andrea Belfi, Tony Conrad, Rhys Chatham (Guitar Trio), Philip Corner, Damo Suzuki (Can), Lecrevisse, Il Generale Inverno ed altri.

testata web

Le storie, i racconti espressi in qualsiasi forma e la libertà. Questo è stata, da sempre, l'elemento guida, il punto caratterizzante del Festival Narrazioni Libera Tutti. In questa ottava edizione emerge, con forza, il tematismo dei diritti. Diritti civili, diritti per tutti, diritti da garantire e diritti offesi. Diritto alla memoria, diritto alla dignità umana, diritto al futuro per le giovani generazioni e per il pianeta che ci ospita, diritto all'amore e alla comprensione, diritto all'apprendimento per tutti e per tutta la vita. Straordinario il parterre degli ospiti che animeranno l'ottava edizione di Narrazioni Libera Tutti. In un momento di crisi protratta che ha spinto alcuni ad impegnarsi più in dimensione sociale ed altri a chiudersi in se stessi diventa fondamentale riflettere insieme, supportati da varie forme espressive e da storie che facciano da stimolo, sulla necessità di riaffermare alcuni diritti fondamentali.

venerdì 14 giugno 2013

17,00 Teatro Politeama.
Inaugurazione Mostre: "Zabbaleen" di Emanuele Cremaschi e "women under siege" di Linda Dorigo

17,30 Centro storico. Sezione: Diritto alla dignità. Tema: Carcere e diritti umani
"Giustizia o vendetta?" Tavola rotonda con: Giuseppe Gulotta (autore di Alkamar -Chiarelettere), Alessandro Margara (garante regionale dei diritti dei detenuti), Marco Pannella (leader del Partito Radicale), Rita Bernardini (Radicali italiani). Moderatore: Andrea Milluzzi, giornalista, autore di "Stato d'Italia" (Postcard)

19,00 Centro storico. Sezione: Diritto all'amore. Tema: Amore ed erotismo come diritto?
"Follie di amorosi sensi" de Il Rinoceronte di Perugia. Spettacolo teatrale

21,00 Centro storico. Sezione: Diritti per tutti. Tema: Diritti in musica
"NessunEscluso" di e con Cabeki & Gianmarco Busetto. Reading musicale

22,00 Centro storico. Sezione: Diritto al futuro. Tema: Esistenze precarie in forma poetica
"Perciò veniamo bene nelle fotografie", ISBN editore, di e con Francesco Targhetta. Reading

23,00 Centro storico. Sezione: Diritti , genere, orientamento sessuale. Tema: Femminicidio e omofobia
Francesca Romana in "Ex moglie si innamora (da morire) di ex moglie" di Betta Cianchini, regia di Laura Jacobbi. Spettacolo teatrale

 

sabato 15 giugno 2013

17,30 Centro storico. Sezione: Diritti minoranze religiose. Tema: Presenza islamica in Italia
Proiezione di un estratto da "Al Qaeda! Al Qaeda!" docufilm tratto dal volume "Primo non diffamare" di Luca Bauccio.

"Stato laico e libertà religiosa" Tavola rotonda con Luca Bauccio (legale UCOII, fondatore di youreporter), Prof. Franco Cardini (docente di Storia medievale, Università di Firenze) e con rappresentante Ucoii Italia. Moderatore: Diego D'Ippolito (giornalista)

19,00 Centro storico. Sezione: Diritto alla memoria. Tema: Riscrivere il passato
"Decameron 2013", a cura di Marco Vichi con Leonardo Gori, Gianmarco D'Agostino, Silvio Ciappi, Enzo Fileno Carabba (Felici editore). Presentazione/reading

A seguire Sezione: Diritto al futuro. Tema: ecologia e risparmio
"Ecologia del Risparmio" di Giulia Landini, (La Linea editore). Presentazione/incontro

21,00 Centro storico. Diritto al futuro: L'ospite a sorpresa è Paolo Benvegnù. Duo acustico

22,15 Centro storico. Sezione: La scuola che voglio. Tema: diritto all'apprendimento
Regina Mab in "FIOI" (spettacolo di teatro musica). Spettacolo di teatro musica

A seguire proiezione integrale di "Al Qaeda! Al Qaeda!" di Luca Bauccio presso Sala Set

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sottocategorie

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen