Narrazioni 2007 - Artisti

Narrazioni 2007 
Juke Box Letterario 
MARCO AMATO
Marco Amato
Nato a Roma il 25 gennaio 1963. Laureato in Lettere all'Università di Firenze e diplomato in sceneggiatura presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
Partecipa all'edizione del periodico settecentesco Il Caffè (Bollati-Boringhieri, 1993) ed è il curatore dell’edizione critica della commedia di Goldoni Il poeta fanatico (Marsilio, 1996).  
Firma la sceneggiatura del cortometraggio Western di cose nostre (regia di M. Lamberti), prodotto nel 1993 e presentato al festival “Cinema giovani” di Torino.
Pubblica due racconti nella raccolta Habiller un nu, a cura di Yvette Biro, Parigi, 1996 (trad. it. Nudo da vestire, edizioni Bianco & Nero, 2000).
Dal 1998 al 1999 lavora come story-liner e dialoghista per la soap-opera “Vivere” (Canale 5).
Nel 2000 sceneggia quattro puntate della serie tv “Camici bianchi” (Canale 5) e l’anno successivo firma il concept per la serie tv “Legàmi”. Dal 1999 al 2003 è capo-sceneggiatore della soap-opera “Vivere”. Vince l'edizione 2004 del Premio Solinas con il soggetto cinematografico Noi non abbiamo paura della bomba.                                        
Nel 2005 firma concept e soggetto per una serie tv di 8 puntate, “Questa è la mia terra”.
Vince l'edizione 2005 del Premio Solinas con il soggetto Il re di Nuova Orleans.
Nel 2007 pubblica il suo primo romanzo, Una bomba al Cantagiro (ediz. Piemme).
 
ALESSANDRO BERSELLI
Alessandro Berselli
E’ nato a Bologna nel 1965.
Inizia la sua carriera come umorista nel 1991, facendosi notare da Maurizio Costanzo che, nel 1992, lo invita al suo Maurizio Costanzo Show. Altre collaborazioni significative sono con le riviste Comix eL’Apodittico (affiliata a Zelig) e il sito di satira online Giuda.
Nel 2001 inizia la sua attività di scrittore noir: protagonisti dei suoi romanzi sono personaggi comuni, anzi mediocri, che rasentano il fallimento, senza capacità di riscatto; sono nati così racconti pubblicati su antologie di giovani autori: in Morte di una puttana (in Kermesse, Arpanet 2003) assistiamo ad un triangolo drammatico tra un assassino, la madre ed un uomo che passa per caso, giusto il tempo di notare il cadavere della vittima, una prostituta uccisa per paura, frustrazione e senso di sconfitta; in Il Bidello (in Meccano, Arpanet, 2004) protagonista è invece un bidello che diventa serial killer per fuggire al suo passato e non pensare al presente; nel libro Storie d’amore, di morte e di follia (Arpanet 2005) assistiamo a 3 drammi sconcertanti, perché incredibilmente vicini al nostro quotidiano, perché consumati tra rassicuranti mura domestiche, così vicine appunto, eppure così sconosciute per noi. Infine in Cobain (in Concepts Musica, Arpanet 2006), la memoria del poeta della disgregazione e dello sconforto della condizione umana, il cantante Kurt Cobain.
Attualmente Alessandro Berselli collabora al sito di scritture gialle I vedovi neri (Breve novella del cervello malato, 2006).
 
ALESSANDRO BONANNI
Alessandro Bonanni
E’ nato a Firenze nel 1959, Laurea in legge e Diploma di studi cinematografici Università di Grenoble è funzionario Regione Toscana.
Attore da dodici anni in una  compagnia teatrale amatoriale si occupa di volontariato.
Ha pubblicato: sei fiabe per Bambini (Bulgarini FI), un romanzo breve (NCE di Forlì), una raccolta di racconti (Prospettiva Editrice di Civitavecchia) e un romanzo giallo (Todaro editore di Lugano).
Ha collaborato ad alcune riviste letterarie, con poesie, fiabe e racconti si è distinto in numerosi premi letterari.
 
CHIARA CRETELLA
Chiara Cretella
Dopo un dottorato di ricerca in italianistica presso l’Università di Macerata, è cultore della materia presso l’Università di Bologna. Si occupa a livello specialistico e giornalistico di critica d’arte, controculture, poesia e narrativa. È caporedattrice della rivista di poesia e studi di genere Le voci della luna. Tra le sue pubblicazioni il romanzo Gli insetti sono al di là della mia compassione(Pendragon 2003); la curatela del volume di Camillo Boito, Senso. Storielle vane, (Allori 2005); il romanzo Annunciazione in metropolitana (Fazi 2007); la curatela del volume di Camillo Boito,Storielle vane (Pendragon, 2007).
 
 
GABRIELE DADATI
Gabriele Dadati
Gabriele Dadati (Piacenza, 1982) ha pubblicato tra le altre cose due libri di narrativa, il “Millelire” Quando saremo veri (Stampa Alternativa, 2004) e Sorvegliato dai fantasmi (peQuod, 2006), premio “Dante Graziosi” e finalista come “Libro dell’anno” per Fahrenheit di Radio 3 Rai. Ha in atto la curatela del Panegirico ad Antonio Canova di Pietro Giordani e in passato ha curato l’antologia Anche i denti di Babbo Natale sono bianchi (Berti, 2002) e il romanzo collettivo Mistero d’Autore (Nephos, 2004). Ha scritto su periodici tra cui «Fernandel», «Avvenire», «Palazzo Sanvitale», «Delitti di Carta», «Atelier», pubblicato in antologie edite da Addictions, Stampa Alternativa, Il Foglio, Ediciclo, Zandegù e altri oltre che pubblicato testi di critica in cataloghi d’arte contemporanea. Scrive sulla terza pagina del quotidiano «Libertà», collabora con la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza e insieme a Stefano Fugazza ha fondato e dirige il trimestrale di letteratura e arte «Ore piccole» (www.orepiccole.org).
 
LAURA FACCHI
Laura Facchi
Sono nata nel 1971, a Milano. Ho cominciato a lavorare come reporter free lance nel 1996 e da quel momento ho scritto per diversi giornali reportage da diversi paesi del mondo, concentrandomi prevalentemente su Asia e Medio Oriente. Il mio primo romanzo: Il megafono di Dio (Baldini Castaldi Dalai, 2003), nasce da una serie di spedizioni fatte in Albania dove ho raccolto il materiale per quello che è diventato in seguito un libro con il quale ho vinto il premio Calvino nel 2002. IL secondo romanzo, Dietro il tuo silenzio,  è stato pubblicato da Mondadori. Tra i due ho pubblicato due racconti in rispettive antologie per Piemme e la Tartaruga edizioni. Attualmente continuo a collaborare con alcuni settimanali e mensili italiani, mantengo un paio di collaborazioni con case editrici per la lettura di testi in lingua inglese, partecipo ad alcuni progetti di ricerca con l’università e scrivo.
 
MARTINO FERRO
Martino Ferro
E’ nato nel 1974 a Firenze, ma da alcuni anni vive a Milano. Come sceneggiatore e autore ha lavorato per il cinema, il teatro, la radio e la televisione: l’esordio cinematografico avviene con la sceneggiatura del film Benzina, tratto dall’omonimo romanzo di Elena Stancanelli; in tv portano la sua firma i programmi di MTV Video ClashOn the BeachPets ShowBath RoomVideo Vacation; anche il suo debutto in radio è stato di levatura nazionale, con il programma Play people di Play Radio.
Nel 2006 Einaudi ha pubblicato il suo primo romanzo, Il primo che sorride, che gli è valso il Premio Calvino 2005 per opere inedite di narrativa: vi si racconta la storia di  Nicòl, una ragazzina di undici anni che abita in una piccola frazione di una provincia italiana. E' un viaggio attraverso gli oggetti e i fantasmi dell’immaginario infantile, in un percorso di ricerca di quel bacio, di quell’evento che le permetta il passaggio generazionale da bambina a ragazza....Ad ostacolarla è però un problema alla vista che la costringe a muoversi “a testa bassa” nella problematicità dell’esistenza quotidiana...
“Con Il primo che sorride Martino Ferro dà vita ad un personaggio adolescente colmo di sfumature divertite e avventurose. Con la figura di Nicòl, presa tra illegalità inconsapevole, sordità familiari e tenace adesione a un suo mondo affettivo e fantastico, l’autore ottiene risultati espressivamente inconsueti e fertili di riflessioni” (Comunicato della giuria del premio Italo Calvino 2005).
 
DIANA LAMA
Diana Lama
E’ un medico napoletano, ricercatore universitario. Legge e colleziona gialli dall’infanzia.
Nel 1995 ha vinto il Premio Alberto Tedeschi indetto dal Giallo Mondadori con “ROSSI COME LEI”, scritto con Vincenzo de Falco. Il romanzo è stato pubblicato come Giallo Mondadori 2445 nel dicembre del 1995.
Nel 1999 con lo stesso coautore ha pubblicato “NELL’OMBRA” con la casa editrice Lo Stagno Incantato.
Entrambi questi romanzi sono stati acquistati dalla casa editrice tedesca Scherz, “ROSSI COME LEI” verrà pubblicato nel marzo 2004 col titolo “TOTE NYMPHE” (Ninfa morta) e sarà il Libro del Mese, il secondo seguirà nel corso del 2004. Un terzo romanzo è stato opzionato dalla stessa casa editrice.
Ha pubblicato diversi racconti; l’ultimo, intitolato “NON TOCCATECI IL PRESEPE” in un’antologia edita dalla Sonzogno nel maggio 2003 dal titolo Killers & Co.
Ha scritto in coppia col Regista R.A.I. Angelo Villani una sceneggiatura per una fiction televisiva girata dallo stesso regista dal titolo “LA MORTE NON ESISTE”.
“LA SIRENA SOTTO LE ALGHE” è il suo primo romanzo scritto da sola.
Ha partecipato con due racconti a "NERO DI NOTTE", spettacolo teatrale nell'ambito del FESTIVAL DEL RACCONTO, Napoli 8-11 ottobre 2003.
Per Piemme ha pubblicato nel 2007 Solo tra ragazze
E' anche la fondatrice, insieme ad altri cinque soci, di BRIVIDEA, un'associazione che fa cene con delitto, week-end con delitto, teatro con delitto, congressi con delitto e altro.
 
ANGELO PETRELLA
Angelo Petrella
Angelo Petrella è nato a Napoli nel 1978. Ha vissuto a Roma, Siena e Parigi. Nel 2003 si è laureato in Storia della critica letteraria italiana presso l’Università La Sapienza di Roma, con una tesi dal titoloAvanguardia, postmoderno e allegoria. Teoria e poesia del Gruppo 93. Oggi sta per completare il dottorato in Letteratura italiana presso l’Università di Siena, con Romano Luperini, con un tesi dal titolo La macchinetta infernale. Pirandello tra logica e follia.
In ambito di critica letteraria si occupa soprattutto dell’opera di Sanguineti e di Pirandello, delle avanguardie novecentesche, del Postmoderno e del genere letterario noir. Suoi contributi vari – teoria, critica, interventi – appaiono in columi collettivi e riviste, tra cui: Avanguardia, Allegoria, Atelier, Belfagor e L’immaginazione.
Suoi testi poetici sono sparpagliati in riviste e antologie, tra cui Attraversamenti – Percorsi di fotoscrittura (Napoli, Di Salvo, 2002) e Primo non singolo. 7 poeti italiani (Napoli, Oèdipus, 2006).
I suoi romanzi sono Cane rabbioso (Meridiano zero, 2006) e il recentissimo Nazi Paradise(Meridiano zero, 2007).
Dal 2006 collabora con le pagine napoletane de La Repubblica.
 
MAURO RACCASI
Mauro Raccasi
Giornalista Collaboratore dal 1979 per nove periodici editoriali locali dell’Emilia Romagna e per la “Gazzetta di Parma”, quotidiano d’informazione; per il “Corriere della Sera” (2005); per la casa editriceDeAGOSTINI di Novara (2005).
Direttore Responsabile nel 1987 della rivista “Mostralfonso”, mensile di cronaca e cultura di proprietà del Network ODEON TV.
Articolista e Redattore dal 1994 a tutt’oggi per house-organs editoriali d’informazione aziendale conElectrolux, Terme di Salsomaggiore e molti altri.
Conduttore di una rubrica giornalistica periodica di cultura, storia e tradizioni irlandesi sul portale tematico www.irlandia.it con il titolo “Celtic World”, dal 2004.
Sceneggiatore e Soggettista dal 2000 al 2004 per la Set 22 (Casa di Produzione Cinematografica associata ai registi Luca e Marco Mazzieri) con la realizzazione di lungometraggi, documentari e cortometraggi.
Ufficio Stampa dal 2002 al 2004 per la Set 22 nel lancio promozionale di film a distribuzione nazionale ed internazionale (“Giovani”, “Cielo e Terra”).
Autore / Romanziere dal 2004 per la casa editrice PIEMME, Milano e Casale Monferrato (GruppoMONDADORI). Quattro libri pubblicati della serie “Il Romanzo dei Celti”: “episodio 1 – La Spada del Druido”, “2 - Il Regno di Conan”, “3 –Il Guerriero di Stonehenge”, “4 – I Guerrieri dei Fiordi”, con l’opzione (già esercitata) sul progetto per l’episodio cinque (“Il Romanzo dei Celti – La Nave nel Deserto”) della stessa serie. Di ogni libro è prevista sia edizione hardcover che pocket. Distribuzione nazionale e Svizzera italiana: librerie, edicole, superfici commerciali grande distribuzione, vendita per corrispondenza, club del libro, ecc.
Autore / Romanziere: opzionato il progetto da attuarsi nel 2007 di un libro per ragazzi / crossover (“Tommy Boomer – Il Teorema della Diversità”) con la casa editrice GIUNTI, Firenze.
Autore della biografia autorizzata sulla dinastia Auricchio, cinque generazioni d’industriali lombardi. Pubblicazione primavera 2007.
Autore della “Guida Artistica di Parma”, editore Electa-Mondadori Illustrati, distribuita in allegato al quotidiano nazionale Sole 24Ore, pubblicazione primavera 2007.
Sceneggiatore e Soggettista dal 2004 a tutt’oggi per la COMPANY of ARTS (Casa di Produzione Cinematografica indipendente italo-americana a distribuzione WARNER BROS) per la realizzazione di feature films (“Codice Haggard”, “The Gate”) tratti da mie sceneggiature; visibile sul sitowww.thedreambuster.it (sezione ‘about us’ del 22 Settembre 2004). Inserito nella shop-window del sito finalizzata alla commercializzazione di altri miei soggetti / trattamenti / sceneggiature depositati)
 
GIANCARLO LIVIANO
Giancarlo Liviano
Giancarlo Liviano D’Arcangelo è nato a Bologna nel 1977, e dopo 48 ore si è trasferito in Puglia. È  cresciuto a Martina Franca fino alla maggiore età, vivendo le contraddizioni della provincia nel Mezzogiorno più vero. Oggi è studioso di mass media e linguaggi televisivi e ha pubblicato di recente articoli e racconti su Medicine ShowTabula Rasa e Rassegna Sindacale. Un suo pezzo, tratto da questo romanzo, è stato pubblicato su Nazione Indiana e poi stato selezionato per il Best Off 2007, edito da minimun fax.
Andai, dentro la notte illuminata è il suo romanzo d’esordio.

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen