Narrazioni 2007 - Artisti

Narrazioni 2007 
LUCA SCARLINI
Luca Scarlini

Nato nel 1966, Luca Scarlini si occupa di drammaturgia contemporanea e di letteratura comparata. Insegna Tecniche Narrative presso la Scuola Holden di Torino e traduce dall’inglese e dal francese per varie case editrici tra cui ADN-Kronos e Fazi (alcuni titoli: Medea di Robinson Jeffers, Perché John Lennon porta la gonna? di Claire Dowie, Sparkleshark di Philip Ridley con Barbara Nativi). Collabora con numerose istituzioni teatrali italiane come consulente letterario e traduttore (Teatro Stabile di Parma, Link di Bologna, Teatro Regio di Torino, Festival Intercity di Sesto Fiorentino, National Theatre di Londra). Come storico dello spettacolo, attività che svolge in qualità di professore free-lance in varie Università europee, ha pubblicato numerosi interventi sulla drammaturgia contemporanea in riviste e volumi, tra cui Un altro giorno feliceLa fortuna del teatro di S. Beckett in Italia dal 1953 ad oggi. Scrive regolarmente sulla rivista L’Indice come recensore di libri di teatro e spettacolo.

Nel 2006, tra gli altri, ha pubblicato per Nardini Blu oltremare. Le memorie di Viareggio in cento voci

Ospite per il festival “Narrazioni 2007 No Stop” a Poggibonsi (si) il 26 e 27 Maggio, organizzato dalla Scuola di Narrazioni Arturo Bandini, Scarlini cura il laboratorio “Play? Metti la musica e scrivi”, dove oltre ad essere coinvolta la passione per la scrittura c’è anche quella per la musica, infatti il laboratorio permetterà ai partecipanti di tradurre tramite la scrittura quello che la musica suggerisce. Creatività, passione, talento qui si uniscono per dar vita ad un’esperienza unica e coinvolgente.

 
I delitti del Guignol: una conferenza spettacolo di Luca Scarlini
Il Grand Guignol era uno spazio popolarissimo a Parigi tra Otto e Novecento, dove i cittadini andavano per provare brividi e per farsi drizzare i capelli in testa. Il repertorio era infatti pieno ndi delitti, detective, passioni funeste, colpi di scena, scienziati pazzi e quant’altro, con numerosi autori che solo nel teatrino, un po’ lontano dai Boulevards andavano in scena, in una sequenza di azioni efferate. A quello spazio, malfamato quanto frequentatissimo, non andavano i critici teatrali, ma piuttosto gli esperti di “nera” in cerca di spunti per raccontare quello che, secondo una suggestione da romanzo, si chiamava “il ventre di parigi”, lu8ogo di ogni nequizia e seduzione. Luca Scarlini ripercorre questa storia a fosche quanto divertenti tinte, in una conferenza-spettacolo di un’ora con letture e immagini, tra sinistre musiche d’epoca e immagini dal raro omaggio d’poca Theatre of Death, in cui Christopher Lee campeggia come sinistro regista-demiurgo di questo spazio paradossale.

 

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen