Narrazioni 2007 - Artisti

 Narrazioni 2007
RICCARDO VALERIANI E SAMUELE BONCOMPAGNI (NoiDelleScarpeDiverse)
Autosole

Samuele e Riccardo nel 1997 creano i Noidellescarpediverse, Il gruppo è stato finalista di vari concorsi nazionali di cabaret tra cui Festival Cabaret Emergente di Modena nel 2001, unico gruppo della Toscana, al Festival del Cabaret di Martina Franca (TA) nell’edizione 2002 e 2003, Premio “Il Sarchiapone – Walter Chiari” di Cervia nell’edizione 2003, , Premio “Crepapelle” di Quartu Sant’Elena (CA) nell’edizione 2003, Premio “Sabot d’oro” di Champoluc nel 2004, Festival di Manciano (GR) nel 2005. Samuele e Riccardo sono stati scelti per la parte degli antagonisti nel musical “Orfani del Blues (tributo ai Blues Brothers)” di Massimiliano Scuriatti e Riccardo Recchia (che ne curava anche la regia), prodotto da PadovaDanza e dalla Regione Veneto che ha debuttato il 24 luglio 2003 presso Villa Contarini, Piazzola sul Brenta (PD). Il gruppo è responsabile artistico per la fAWI (fondazione Arezzo Wave Italia) di Cabawave il concorso nazionale di cabaret e il palco dedicato alla comicità di Arezzo Wave Love Festival. Dal 2003 fanno parte del Laboratorio Zelig (a Milano nel 2003-2004, e nelle ultime due stagioni a Firenze come cast fisso). I Noidellescarpediverse sono apparsi sul piccolo schermo in emitettenti televisive quali Odeon TVItalia 1 (Wozzup con Daniele Bossari, anno 2001), Rai Due (Bulldozer – Pezzi di ricambio, anno 2003) e Canale 5 (Cultura Moderna di Antonio Ricci con Teo Mammuccari, anno 2006) e sui canali satellitari RAIsat, Happy Channel, Toscana Channel e Family Life della piattaforma SKY.

 
AUTOSOLE
Le macchine sfrecciano, si superano, si affiancano. Utilitarie, fuoriserie, giganti a quattro o più ruote viaggiano, la lancetta del contachilometri oltre i cento. Loro, chi al volante e chi no, si lanciano rapide occhiate attraverso finestrini e specchietto retrovisore. Sul filo dell'alta velocità corrono questi racconti: storie di uomini che si sfiorano per un attimo in una corsa sfrenata verso imprevedibili situazioni.  
Storie intrecciate, quelle del libro di Lucarelli, a volte surreali, di ordinaria follia. Vi si rappresenta la fatica del vivere nella contemporaneità, nuove rabbie, nuovi desideri, nuove paure. L'autostrada diventa 'emblema della nostra quotidianità, velocità, rumore, rischio, le nostre vite sballottate, sempre in movimento, precarie. Il traffico ci mette a dura prova.
Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen