rene-magritteReading collettivo: Le città invisibili Calvino immagina che Marco Polo, presenti a Kublai Kan una serie di relazioni sui suoi viaggi in Estremo Oriente...

rene-magritteReading collettivo: Le città invisibili

Calvino immagina che Marco Polo, presenti a Kublai Kan una serie di relazioni sui suoi viaggi in Estremo Oriente. Prende così corpo l'intera struttura dell'opera che, infine, comprende 55 descrizioni di città, tutte con nome di donna, suddivise in undici percorsi tematici. Ogni capitolo è introdotto e chiuso da un dialogo tra Marco Polo e Kublai Khan.

« L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio/.» (Le città invisibili, 1972). Un omaggio al grandissimo Italo Calvino a 25 anni dalla morte avvenuta a Siena. Il reading collettivo, accompagnato magistralmente dalle musiche da Raffaello Pareti e Mirco Mariottini, sarà condotto da lettori illustri e cittadini.

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen