Aspettando Arezzo Festival: Nausika presenta i saggi dei corsi di teatro

Il 3, 4, 5 giugno tra la libreria Leggere e Villa Godiola

saggi2009Aspettando Arezzo Festival, in programma dal 13 al 18 giugno tra le piazze del centro storico di Arezzo e villa Godiola in località san Fabiano, l'associazione Nausika presenta i saggi finali dei corsi di teatro. Il 3, 4 e 5 giugno saranno protagonisti gli allievi, dai bambini, divisi per fasce d'età e guidati da Gianni Bruschi, agli adulti, del livello base e livello avanzato, con docente Francesco Botti. Si inzia mercoledì 3 giugno alle 17 presso la Libreria Leggere di viale Cittadini con i bambini dai 4 ai 6 anni. In programma la prova aperta nata dalle improvvisazioni teatrali sulla fiaba “Hansel e Gretel” dei fratelli Grimm. Protagonisti Filippo Chiasserini, Iris Ersilia Baincospino, Caterina Donati, Francesca Mattesini e Alessandro Galeotti. Ancora i bambini, dai 6 ai 10 anni, saranno i protagonisti giovedì 4 giugno, alle 17 presso l'Accademia dell'Arte di villa Godiola. In scena “Il pifferaio e la giunta comunale di Hamelin”, libero adattamento della fiaba dei fratelli Grimm “Il pifferaio magico” in chiave attualizzata e comica, nata dalle improvvisazioni dei bambini. Con il povero pifferaio alle prese con la giunta comunale di Hamelin, il paese tedesco invaso dai ratti. Sul palcoscenico Vincenzo Ielo, Margherita Buti, Olga Grazzini, Letizia Mazzuoli, Elisa Bruschi, Margherita Grieco, Noemi Biagini, Chiara Faltoni e Laura Fabbri.
Giovedì 4 giugno gli appuntamenti proseguono con gli adulti allievi di Francesco Botti. Alle 20.30 nel teatrino di Villa Godiola va in scena “2047: non ricordo”, saggio degli allievi del livello base. Nato da un’idea tratta dal racconto “I mnemagoghi” di Primo Levi, il tema dello spettacolo, ambientato in un futuro prossimo immerso in un clima di tensione internazionale, è il potere straordinario che gli odori hanno sui ricordi e la memoria. Con la regia e drammaturgia di Francesco Botti. In scena Stefania Berizzi, Marcello Bulangeri, Tiziana Cembalo, Rossana Corsetti, Elena Cosci, Roberta Giaccherini, Valerie Lapini, Francesca Massi, Michele Milesi, Valentina Mugnaini, Elisabetta Neri, Francesca Pellegrini, Laura Pitasi, Maria Roberta Presenti. A conclusione della tre giorni di Aspettando Arezzo Festival il saggio finale degli adulti, allievi del livello avanzato. Venerdì 5 giugno alle 20.30, al teatrino di villa Godiola in scena “Eracle. Le dodici fatiche”, saggio spettacolo con Sara Archinucci, Luisa Bettiol, Barbara Bigozzi, Angela Cardeti, Eleonora Ciampelli, Loris Fabbri, Andrea Fiori, Enrico Gasperini, Stella Gori, Leonardo Lambruschini, Eugenio Mascagni, Maria Raffinato, Angelo Maurizio Ranica e Gianluca Rossi. Il saggio narra di Eracle e le sue dodici fatiche, con gli attori impegnati a rivivere e raccontare la storia dell’eroe classico come fossero testimoni di un passato lontano, facendo riaffiorare significati e simboli tuttora presenti. Sottolineando come gli eroi dell’antichità sono tali grazie ai testimoni che ne hanno raccontato e tramandato le gesta. Con la regia e drammaturgia di Francesco Botti.
L'ingresso ai saggi è libero e gratuito. Nelle serate del 4 e 5 giugno presso l'Accademia dell'Arte di villa Godiola previste cene a buffet, prima e dopo gli spettacoli, al costo di 10 euro. Per informazioni 0575 380468
You are here