Terìaca

videomosaicoTerìaca Ensemble è un progetto discografico di rilettura della musica tradizionale popolare, vero e proprio patrimonio musicale italiano, attraverso l'interpretazione di arie e ballate riproposte in un sound moderno in una logica di contaminazione che percorre l'intero sud e centro Italia e quasi l'intera area del Mediterraneo (facendo tesoro delle varie esperienze, ricerche, soluzioni musicali). Le sonorità ottenute non tradiscono l'essenza profonda di melodie antiche ma, al contrario, vogliono esaltarle e ricondurle al mondo soul blues, a tutta quella musica che nasce ed ha come matrice comune il lavoro nei campi ed i suoi canti che si sviluppano per alleviare la fatica dell'uomo. Così come il blues è una forma musicale vocale e strumentale la cui origine è caratterizzata da una struttura ripetitiva nella melodia, anche nel repertorio popolare italiano antico ritroviamo le stesse forme: nelle arie dei carrettieri in dialetto salentino, nelle pizziche, nelle tarantelle del Gargano e nei canti in Grìko, nei canti struggenti delle tragedie sul lavoro, in quelli della Maremma nel grossetano, nell'Ottava rima in Toscana. Le composizioni, gli arrangiamenti e i testi (anche essi centrati su un principio di contaminazione che da come esito un inedito pastiche linguistico) si sono ispirati agli ultimi cantori ed ai testimoni diretti della cultura popolare italiana. Terìaca Ensemble che esegue videomosaico2brani selezionati dal repertorio popolare italiano è un organico di musicisti che è mutato nel corso degli anni ed ha visto come elementi artisti provenienti da paesi Mediterranei (Marocco, Italia, Tunisia, Francia, Spagna, Palestina). Il gruppo si è formato attraverso l'incontro di musicisti di formazione classica - soul- jazz e tamburellisti, percussionisti e strumentisti esperti nel repertorio popolare del sud Italia, con l'obiettivo di accompagnare dal vivo spettacoli di teatro/danza ispirati alla cultura mediterranea. Da questo scambio interculturale è nato Mosaico Mediterraneo che coniuga l'esperienza musicale ad un percorso di teatro danza che indaga ed offre forme rappresentative delle antiche Tarantelle Italiane trasponendo in chiave scenico musicale i contesti storico-sociali ai quali queste danze dalle radici antichissime appartengono e riproponendo in ambito teatrale, gli antichi riti coreutico-musicali a noi pervenuti. Dallo studio sul Tarantismo e sui Misteri Orfici dionisiaci, il progetto si è aperto negli anni, attraverso gli atelier/spettacolo, ad una ricerca di rituali affini presenti in altri paesi mediterranei. I laboratori per la realizzazione di creazioni artistiche in forma di spettacoli musicali di teatro e danza svolti in Italia e all'etero, hanno offerto ed offrono tutt'ora esperienze formative a professionisti dello spettacolo e giovani appartenenti a scuole, università, accademia e associazioni culturali anche in una logica di educazione e formazione del pubblico (significativo in tal senso il recente riconoscimento della Regione Toscana). Mosaico Mediterraneo di Nausika (www.narrazioni.it) si svolge dal 2005 anche come laboratorio stabile presso l' Accademia dell'Arte/Performing Arts in Italy ad Arezzo.

gianniGianni Bruschi cantante e attore, si è laureato in materie letterarie e storia del teatro e dello spettacolo presso l'Università di Siena. Ha ottenuto il diploma di qualifica al "Corso biennale di formazione professionale per Operatore Teatrale in contesti didattici e formativi" promosso dalla Provincia di Arezzo, la qualifica in "Esperto di Formazione" presso l'Associazione Pratika, corso riconosciuto dalla Provincia di Arezzo su profilo professionale della Regione Toscana. E' Membro della Fondazione Euromediterranea per il Dialogo tra le Culture "Anna Lindh". E' Membro dell' International Dance Council CID dell'UNESCO. Ha frequentato seminari di formazione e preso parte a produzioni con Franco Di Francescantonio, Loriano della Rocca (Cricot 2 di Tadeusz Kantor) Han Arai (Han Mime Kobo – Tokyo), di Robert Cacioppo (Florida USA), Gabriella Bartolomei, Hazel Carey (Black Theater), Giulia Lazzarini (Arta – Parigi), Centro Nazionale Teatrale di Sergio Pisapia Fiore, Kevin Krawford (Roy Art Thèatre) ed altri. Ha effettuato seminari con la Berkley School of Music di Boston presso Umbria Jazz e studiato canto Spiritual/Gospel con Nehemiah Brown, Laverne Jakson e Cheryl Porter. 1999/2001 Lavora per Cauchemar Concret Teatro di Loriano della Rocca nel progetto Kantor 2000, Bologna. Ha tenuto concerti con Silvano Grandi, Lalla Morini, Perugia Big Band, Nehemiah Brown & The Gospel Tree, G. Bruschi Jazz Quartet. E' ideatore e cura la direzione artistica del Progetto Terìaca/Scuola di Narrazioni di Nausika che ha collaborato con la "Scuola di Tarantella e danze Popolari del Mediterraneo" fondata da Eugenio Bennato. Il progetto Terìaca/Mosaico Mediterraneo si è sviluppato dal 2003 attraverso laboratori e seminari spettacolo sulla cultura etnopopolare Mediterranea (grazie anche al sostegno della Comunità Europea e la Fondazione Euromediterranea Anne Lindh per il Dialogo tra Culture) svolti sia in Italia che all'estero in collaborazione con: Association Romans International – Francia, Association Daqqa Roudania – Marocco, Asssociation Art et Jeunesse Eljem – Tunisia, Ecole de Sfax di Kolua Kamoun - Tunisia, Las Migas – Spagna, Zhora Lajnef Groupe – Tunisia e Accademia dell'Arte di Arezzo. Alcune partecipazioni: Roma - Auditorium Ennio Morricone (2003), Eljem/Tunisia - Festival International Découvertes Tunisie 21 (edizioni 2003, 2005, 2006, 2007, 2008), Romans Sur Isère – Francia - Oasis du Carnaval de Romans (2004), Taroudannt/Marocco - Festival de Taroudannt (2004), Alessandria d' Egitto - "Rassegna: Italie à Alexandrie" - Teatro Garage (2005), Tirana/Albania - Teatro dell'Opera e del Balletto (2006), Patrasso – Grecia - Patras Europian Capital of Culture (2006), Arezzo Festival (edizioni 2007, 2008, 2009, 2010), Festival Narrazioni Poggibonsi (edizioni 2008, 2009) e Play Art Festival 2007. Ha collaborato con musicisti e danzatori dell'area mediterranea come: Hicham Halimi - Medhi Nigga / Daqqua Roudania - Marocco, Gilles Coullet - Hocine Boguerra / Francia, Jorge Diaz Rodriguez - Isabelle Laudenbach - Lisa Bause - Sílvia Pérez Cruz / Spagna, Zohra Elajnaf - Ayoub Elajnef - Hassin Ben Miloud - Raoued Rhouma / Tunisia. Attualmente lavora nei progetti di formazione e spettacolo per la Scuola di Narrazioni di Nausika e sempre per la Scuola di Narrazioni come docente di voce e teatro presso l'Accademia dell'Arte – Performing Arts in Italy.

marnaMarna Fumarola (Violino) si è diplomata al conservatorio "L.Cherubini "di Firenze nel '95 ed ha fatto parte di orchestre e di gruppi da camera fino alla nascita del The Quartetto Euphoria. Il THE QUARTETTO EUPHORIA si costituisce nel 1999, contagiato dal virus fantastico della Banda Osiris che ha accompagnato nella tournée di Roll Over Beethoven, lo spettacolo ideato per festeggiare i primi 20 anni di attività della compagnia di teatro comico-musicale. 
E' stato ospite di alcune trasmissioni radiofoniche , ha collaborato alla realizzazione del CD "Colonne sonore" della Banda Osiris. Per la Radio Televisione Svizzera ha inciso la colonna sonora del radio giallo "Lettere note", sceneggiato in 5 puntate scritto dagli allievi del Master in Scrittura della Scuola Holden di Torino con la regia di Sergio Fermentino.
Ha partecipato al talk-show Parla con me ideato e condotto da Serena Dandini su RAI 3 e al Festival di Cannes per la Film Commission Torino Piemonte. E' stato invitato alla 30° edizione del Premio Tenco 2005 svoltosi al Teatro Ariston di Sanremo suonando in due consecutive serate molto apprezzate dalla critica e dal pubblico. Nell' ambito del grande evento dei Giochi Olimpici invernali di Torino e delle Paraolimpiadi svoltesi a Sestriere nel 2006, il The Quartetto Euphoria è stato scelto come gruppo musicale per l'accoglienza delle numerose delegazioni sportive. Collabora infine con artisti di fama internazionale tra cui Stefano Bollani, il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (concerto in beneficenza per Emergency), l'Orchestra di Piazza Vittorio diretta da Mario Tronco, musicista del gruppo Avion Travel, Ron. Il THE QUARTETTO EUPHORIA ha preso parte a numerosi festival nazionali ed internazionali di artisti di strada riscuotendo ampi successi di critica e di pubblico. Chi fosse interessato a conoscere l'attività attuale del The Quartetto Euphoria trova le informazioni necessarie sul sito www.quartettoeuphoria.com

lucaLuca Rossi (Tamburello e Tamburi a Cornice) è performer e percussionista specializzato nelle tecniche e gli stili dei tamburi a cornice appartenenti all'area del mediterraneo. Segue l'insegnamento dei maestri: Franco Faraldo(Italia), Glen Velez (Stati Uniti), Benham Samani(Iran), Marzouk Mejri(Tunisia). Approfondisce gli studi accademici in etnomusicologia presso il Dipartimento di Arte Musica e Spettacolo di Bologna. Ha effettuato collaborazioni, partecipazioni e registrazioni con molti esponenti della scena musicale popolare italiana e della musica etnica internazionale: Nccp, Marcello Colasurdo, Enzo Avitabile, Orchestra Popopolare Casertana, Eugenio Bennato, Teriaca Ensamble, Abdelli(Algeria), Benham Samani(Iran), Kelvin Sholar(Stati Uniti), Tambours du Mediterraneè (Francia- Tunisia) e con produzioni e compagnie di teatro danza (Taranta Power Bologna, Centro Nazionale Teatro, Accademia dell'arte di Arezzo). Con il gruppo "Cathartica Mediterraneo", vince nel 2006 la prima edizione del festival nazionale per la musica etnica italiana "Terre in moto". Coofondatore dell'Associazione "Danzemeticce Bologna", svolge attività di ricerca inerente ai tamburi a cornice dell'area mediteranea e mediorientale. E' insegnante presso il centro interculturale Zonarelli di Bologna e per l'Accademia dell'Arte di Arezzo. E' endorser per il marchio Musiqua framedrums. Partecipa a diversi festival di musica etnica nazionali e internazionali: Festival Decouvertèes Tunisie (El Jem Tunisia),Festival Internacional de la musica etnica de Chiclana(Spagna), Festival di Patras (Grecia), Festival del Mediterraneo (Italia),Dance More Project 2010 (Lithuania), Culture Markets 2010(Armenia), Festival della cultura italiana a Sofia 2010(Bulgaria). Autore del libro "Il Raccontaio" edito e distibuito da Editrice Zona. Nel 2009 riceve il premio letterario "Sergio Manetti" per la poesia performativa. Co-autore del brano musicale "Sole del Sud" colonna sonora del medio-metraggio "Il Volo" diretto dal regista Wim Wenders. Ulteriori informazioni: http://www.myspace.com/lucarossiframedrums#ixzz0tqbhSvJt

lazzeriMarco Lazzeri (Pianoforte) nasce ad Arezzo nel 1987 ed inizia lo studio del pianoforte all'età di cinque anni. Si afferma precocemente in ambito nazionale aggiudicandosi il I° Premio in numerosi concorsi nazionali: "Città di Camerino" (1995 e 1996), "J.S. Bach" di Sestri Levante e "Città di Pineto".Dal 1997 al 2000 studia con il M° Fabio Bidini, continuando a conseguire riconoscimenti: I° Premio al "Giulio Rospigliosi" di Lamporecchio (1997 e 1999), al "Città di Camaiore", al "Francesco Feroci", al Concorso "Terme di Saturnia" e al "Città di Castiglion Fiorentino". Nel 2002 si iscrive al Liceo Musicale "F. Petrarca" di Arezzo, dove continua lo studio del pianoforte sotto la guida della Prof. Sandra Landini conseguendo, nel 2005, la maturità classica ad indirizzo musicale. Successivamente si iscrive nella classe del M° Daniel Rivera all'Istituto Musicale Pareggiato "P. Mascagni" di Livorno, istituto presso il quale supera brillantemente l'esame di compimento medio e dove si aggiudica la borsa di studio "Ugo Ferrario". Contemporaneamente, continua ad ottenere riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali: nel 2005 si classifica secondo al Concorso Internazionale "Rovere d'Oro - Giovani Talenti" di San Bartolomeo al Mare, nel 2007 consegue il I° Premio al Concorso Nazionale "Riviera Etrusca" di Piombino e nel 2008 il I° Premio assoluto al Concorso Pianistico "Mirabello in Musica". Nel settembre del 2008 consegue il diploma di pianoforte con dieci e lode presso l'Istituto Musicale Pareggiato "P. Mascagni" di Livorno.

mengozzi2Paco Mengozzi, nato ad Arezzo nel 1982, si diploma nel 2001 presso il liceo musicale di Arezzo, successivamente continua gli studi musicali a Roma e Fiesole e si diploma in violoncello al conservatorio di Siena nel 2006. E' laureato presso il Dams di Firenze, indirizzo musica e spettacolo, con una tesi sulla rivista "Filmcritica". Ha suonato nell'orchestra Galilei di Fiesole, nella Millennium Orchestra in Inghilterra e nella Bamberg Jugend Orchester in Germania. Ha collaborato e collabora con numerose orchestre: Orchestra di Arezzo, Orchestra di Follonica, Orchestra di Grosseto e con numerosi gruppi da camera per la musica classica e con alcuni gruppi indie e pop, tra cui Kiddycar e Paolo Benvegnù. Fa parte dell'organico dell'orchestra Multietnica di Arezzo. Dal 2007 collabora con il progetto internazionale Terìaca e Mosaico Mediterraneo.

ferdinandoFerdinando Romano (Contrabbasso) inizia a suonare la chitarra classica all'età di nove anni con il M° Gonzalo Solari. Verso l'età di 16 anni passa al basso elettrico suonando in diverse formazioni locali, spaziando fra diversi generi e partecipando a diverse rassegne e concorsi; in particolare nel 2002 ha partecipato al festival di Arezzo Wave con il gruppo Sin-khole, di cui un brano è stato inserito nella compilation Wake Up prodotta dal festival stesso. Studia basso elettrico con Mauro "Bip" Maurizi e all'età di 20 anni inizia a interessarsi al jazz e alla musica improvvisata, decidendo successivamente di iniziare a suonare il contrabbasso. Ha avuto occasione di suonare in varie formazioni con diversi musicisti tra i quali Fabio Morgera, Silvano Grandi, Marco Pezzola, Daniele Malvisi, Luca Rossi, il "Teriaca" ensemble, Fabio Roveri e si è esibito nell'ambito dei festival Arezzo Summer Jazz e Valdarno Jazz oltre a suonare con la Brizzi Big Band nell'ambito di Casentino Jazz 2006 con ospite il sassofonista Giulio Visibelli. Collabora con l'attrice Maria Cassi nello spettacolo "Concertino d'amore". Ha studiato e seguito seminari con Daniele Malvisi, William Parker e Ares Tavolazzi e attualmente frequenta il corso di contrabbasso e il corso sperimentale di composizione al Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze.

poggiolesi2Marco Poggiolesi (Chitarra) inizia a studiare chitarra classica all'età di quattordici anni. Nel 2002 si avvicina al jazz grazie all'incontro con il maestro Gianni Zei, con il quale apprende varie tecniche e stili improvvisativi che spaziano dal jazz tradizionale, al be-bop, al cool jazz e alla bossa-nova. Nel 2004 frequenta i corsi invernali di Musica jazz dell'Associazione "Siena Jazz", con Roberto Nannetti; qui ha l'opportunità di partecipare a numerosi seminari, tra cui quello con il musicista Enrico Rava. Nel 2006 la passione per la musica flamenco lo ha portato ad approfondire le conoscenze degli stili tradizionali sotto la guida del maestro Juan Lorenzo presso "Accademia de la Guitarra Flamenca" dove ha la possibilità di studiare con il chitarrista Oscar Herrero. Dal 2008 al 2009 ha studiato chitarra jazz con Sandro Gibellini. Nel 2004 nasce, grazie alla sua iniziativa, il quartetto latin "Elegant Gipsy" assieme al flautista Tommaso Tarani, al percussionista Paolo Casu e al chitarrista Vieri Sturlini. Dal 2007 è leader del progetto jazz-fusion "Maf trio" assieme al contrabbassista Ferdinando Romano e al batterista Andrea Brogi e nel 2009 fonda, sempre insieme a Ferdinando Romano il progetto: "Poggiolesi-Romano duo". Ha partecipato a numerosi Festival come ad esempio: "Pelago On the Road" vinto nel 2005, "Campi Jazz Festival", "Latin Jazz Festival", "Arezzo Festival", "Les Banlieues Bleues", "11 Lune" e ha vinto il "Premio Teatro del Sale" come migliore artista del 2007. Ha registrato, insieme alla formazione "Camillocromo" , la colonna sonora per il cortometraggio di Duccio Chiarini "Dopodomani" (2006), ha composto le musiche per il film documentario "Immagini di Capraia"(2006), e per il progetto "La via Francigena" patrocinato dalla Regione Toscana(2007). Ha suonato insieme a numerosi musicisti tra cui: Gianni Zei, Juan Lorenzo, Flavio Cucchi, Fabio Morgera, Santiago Gonzalez Casares, Lorenzo Baldini, Brahima Dambelè, Francesca Taranto, Joy de Vito, Bernardo Guerra, Simone Morgantini, Luca Rossi, Elisa Mini, il "Teriaca ensemble"; ha collaborato con Sergio Staino a favore della fondazione "Terramadre", con Alessio Sardelli. Dal 2008 lavora stabilmente con Maria Cassi negli spettacoli: "Suoniemozioni" e "Concertino d'amore". Nel 2008 escono i dischi: "Maf trio" e "Elegant Gipsy quartet". Nell'ottobre 2009 ha partecipato, accompagnando Maria Cassi, alla trasmissione "Des Mots de Minuit" dell'emittente televisiva "France 2" Nel maggio 2010 esce il disco: "Tandem", registrato in duo con Ferdinando Romano

tintiRiccardo Tinti (Batteria) Nasce ad Arezzo nel 1981 e si avvicina alla musica all'età di 10 anni studiando chitarra classica per 3 anni circa con il Maestro Gonzalo Solari, verso i 16 anni prende parte al primo significativo progetto musicale – SDF - in veste di chitarrista e prima voce esibendosi principalmente nei locali e nelle manifestazioni aretine. Successivamente all'età di 18 anni scopre di avere particolari attenzioni non che portamento nei confronti della batteria e delle percussioni iniziando così, parallelamente alla chitarra, ad applicarsi autodidatticamente allo strumento. Inizia i primi studi con il Maestro Claudio Cuseri, abbandonando progressivamente la chitarra e prendendo parte a varie formazioni in veste di batterista, tra le quali, non che la più significativa, il quintetto Jazz FRANCIS BACON con il quale si esibisce in locali matrimoni e manifestazioni tra le quali l'Italia Wave edizione 2007. Da due anni stà frequentando i corsi a diploma presso l'Accademia Nazionale del Jazz di Siena con il Maestro Paolo Corsi (batteria) e il Maestro Matteo Addabbo (musica d'insieme). Nell'anno 2009 ha partecipato ai seminari internazionali estivi di Nuoro Jazz sotto la direzione artistica di Paolo Fresu seguendo i corsi di Ettore Fioravanti, Paolo Fresu, Attilio Zanchi, Roberto Cipelli, Luca Bragalini e Giovanni Agostino Frassetto. Attualmente è impegnato nei seguenti progetti musicali : - FRANCIS BACON (jazz quintet composto da Francesco Giustini, tromba, flicorno, effetti - Daniele Batani, chitarra - Simone Scarponi, electric piano - Francesco Chianucci, basso elettrico - Riccardo Tinti, batteria); - BUGDUB (dub, reggae sperimentale composto da Alessandro Spadini,basso ed effetti - Luca Viviani,chitarra,tastiere e tromba - Riccardo Tinti,batteria e percussioni); - TERIACA ENSEMBLE (progetto musicale di Gianni Bruschi).

giustiniFrancesco Giustini (Tromba) comincia lo studio della musica e della tromba all'età di 10 anni e da quel momento non abbandona più la sua passione. Si forma dapprima come musicista classico studiando tra gli altri con Lucia Luconi. Poi si appassiona alla musica moderna e in particolar modo al Jazz. Sudia con i maestri Mariano di Nunzio, Matteo De Angelis e Diego Frabetti. Nel 2007 frequenta i Seminari Internazionali Estivi di Siena Jazz e segue i corsi dei maestri Giampaolo Casati, Marco Tamburini, Claudio Fasoli e Stefano Zenni. Nel 2009 frequenta i Seminari Internazionali di Nuoro Jazz, seguendo le lezioni di Paolo Fresu, Attilio Zanchi, Roberto Cipelli, Luca Bragalini e Giovanni Agostino Frassetto. Nel 2009 e nel 2010 ha seguito le lezioni di armonia di Mirko Mariottini e di musica d'insieme di Luca Necciari presso l'Accademia Nazionale del Jazz di Siena. Ha studiato con: Paolo Fresu, Marco Tamburini, Giampaolo Casati, Maurizio Pasqui, Lucia Luconi, Diego Frabetti, Mariano di Nunzio, Matteo de Angelis, Andrea Donnini, Marco Boncompagni. Alcuni progetti musicali in cu è coinvolto: FRANCIS BACON JAZZ QUINTET: Francesco Giustini, tromba, flicorno, effetti - Daniele Batani, chitarra - Simone Scarponi, electric piano - Francesco Chianucci, basso elettrico - Riccardo Tinti, batteria. TRAIN JAZZ TRIO: Francesco Giustini, tromba - Andrea Ciotti, chitarra - Antonio Lusi, contrabbasso ITALO MARCONI JAZZ BAND di Arezzo.

Simon Chiappelli, musicista classe 1986, si diploma in Trombone presso il conservatorio di Livorno. Attualmente collabora con varie orchestre classiche, big band e artisti come Andrea Chimenti, Paolo Benvegnù. Fa parte attivamente dei Kiddycar (www.kiddycar.it) dove ha il ruolo di polistrumentista, e della Fantomatik Orchestra (www.fantomatikorchestra.it) dove suona il sousaphone. Attualmente svolge attività concertistiche, didattiche e turni di studio recording.

lombardoAshai Lombardo Arop è danzatrice, laureata al DAMS di Bologna indirizzo teatrale, con una tesi sperimentale in antropologia della danza. La sua ricerca spazia fra le danze più diverse, indagando il legame storico, sociale ed espressivo che le unisce. In ambito coreico intraprende un percorso di studio interdisciplinare, approfondendo con dedizione diversi stili: dalle danze popolari del sud Italia al flamenco, dalla danza africana tradizionale alla danza contemporanea (floor work, release technique). Ha elaborato uno stile personale di danza che unisce la Tammurriata campana con le movenze estatiche delle danze di derivazione africana, che ha chiamato "Tammurriata nera" ed una tecnica di etnocoreutica pratica, che parte dalle danze di derivazione ritual-popolare-tribale, utilizzando il respiro come filo conduttore fra il sacro e il profano, il corpo e l'anima. Ha partecipato come danzatrice solista a diversi eventi, tra i quali: Womajazz Festival (Prato), Sarajevskazima (Sarajevo, Bosnia), Festival del Mediterraneo di Montpellier (Francia), Festival delle Culture (Bologna), 2° Anniversario dell'Archivio Sonoro Canzone Napoletana (Auditorium RAI - Napoli), il programma Geo & Geo, Afroscopia (AMANI for Africa), Leuciana Festival (Caserta). E' stata vincitrice con il gruppo Cathartica Mediterraneo del Premio Nazionale per la Musica Etnica "Terre in Moto 2006". Ha danzato per Nuova Compagnia di Canto Popolare, Marcello Colasurdo, Terìaca, Carlo Faiello, Teresa De Sio e Raiz degli Almamegretta. Attualmente collabora con diversi artisti e gruppi, tra i quali Su-She-Duo (Irene Robbins, Keiko McNamara), La banda di piazza Caricamento, Associazione Nausika, Accademia dell'Arte di Arezzo, Associazione Belleville Teatro, continuando a portare avanti progetti personali. E' presidente dell'Associazione Culturale Danzemeticce, nata per la diffusione della danza come veicolo transculturale. A Bologna insegna danza, scrive per il "Il Tamburo", giornale nato per l'immigrazione e l'intercultura ad opera dell'associazione Felsimedia, e ha recentemente partecipato, con alcuni ricercatori dell'università di Bologna, ad un libro di prossima pubblicazione, con un intervento sull'uso della danza come veicolo interculturale.

Teriaca Ensemble è anche su Myspace

You are here